Consulenza

Il Laboratorio di eGovernment (LEG) svolge attività di consulenza per enti pubblici e privati, in duplice forma:

  • di base, rivolta esclusivamente agli enti locali;
  • o specifica, ovvero modulata e modulabile in funzione delle esigenze del committente pubblico o privato.

 

CONSULENZA DI BASE

L’Ente locale che intende fruire di una consulenza di base da parte del LEG deve prendere contatto con il Laboratorio al fine della definizione dei rapporti contrattuali, per poi inviare la seguente documentazione, nei limiti in cui essa sia disponibile in funzione della natura dell’ente, all’indirizzo email del LEG, per un’analisi dell’assetto organizzativo ed amministrativo. A seguito dell’analisi sarà inviata all’Ente una relazione sull’assetto organizzativo e sulle proposte di eventuali interventi di riorganizzazione.

Documenti richiesti per il check up:

  • Regolamento di organizzazione dell’ente (ultima versione aggiornata del regolamento)
  • Regolamento di attuazione della legge 241/90 (ultima versione aggiornata del regolamento; con quale metodologia è stata definita la durata dei
  • procedimenti)
  • Modello del PEG oppure ultimo  Documento del PEG approvato (metodologia o modello di PEG)
  • Modello di controllo di gestione (metodologia del controllo di gestione)
  • Interventi di razionalizzazione delle attività amministrative (censimento delle attività; semplificazione; manuale delle procedure; digitalizzazione delle stesse)
  • Architettura generale del sistema informativo automatizzato (esistenza di un progetto di automazione e/o di una unità organizzativa dedicata
  • all’automazione dell’ente e/o di un responsabile del sistema di automazione dell’ente)
  • Manuale di gestione del protocollo informatico (se adottato, l’ultima versione)
  • Modello di contabilità analitica adottato
  • Bilancio sociale (se adottato, ultima versione)
  • Organizzazione e gestione del sistema tributi
  • Sistema di valutazione della dirigenza (con quale metodologia)
  • Sistema di valutazione dei dipendenti (con quale metodologia)
  • Sito web a norma art.54 codice amministrazione digitale (quando è stato attivato il sito web dell’ente; progetto di strutturazione del sito; se
  • sono erogati servizi in rete)
  • Posta elettronica certificata (se utilizzata)
  • Posta elettronica interna (se regolamentata per i rapporti e lo scambio di documenti tra gli uffici)
  • Carta d’identità elettronica (se attivata)
  • Carte elettroniche di servizi (se attivate)
  • Trattamento e sicurezza dei dati personali (regolamento e documento programmatico di sicurezza)
  • Piano di formazione dei dipendenti (anno di adozione oppure esistenza dei singoli interventi formativi senza un piano; chi definisce la
  • partecipazione ai corsi di formazione)
  • Piano triennale dei lavori pubblici
  • Attuazione della legge 150/2000 (comunicazione pubblica).

La consulenza di base ha un costo variabile in funzione delle dimensioni e dell’ambito operativo dell’ente locale committente:

  • fino a 5000 abitanti, costo euro 1.000,00;
  • da 5001 a 10000 abitanti, costo euro 1.500,00;
  • da 10001 a 15000 abitanti, costo euro 3.000,00,
  • da 15001 abitanti in poi il costo è fissato su specifico accordo tra le parti.

Per quanto attiene la normativa di Ateneo applicabile all’accordo contrattuale, si rimanda al “Regolamento per la disciplina delle attività per committenti esterni, pubblici e privati e la cessione dei risultati della ricerca”, emanato con D.R. n. 492/2008: REGOLAMENTO

 

CONSULENZA SPECIFICA

L’Ente pubblico o privato che intende fruire di una consulenza specifica da parte del LEG deve prendere contatto con il Laboratorio al fine della definizione dei rapporti contrattuali e, dunque, dell’oggetto precipuo della committenza. Le modalità di svolgimento del lavoro di consulenza saranno stabilite di volta in volta dalle parti.

Il costo varia in funzione dell’oggetto della consulenza ed è fissato su specifico accordo tra le parti.

Per quanto attiene la normativa di Ateneo applicabile all’accordo contrattuale, si rimanda al “Regolamento per la disciplina delle attività per committenti esterni, pubblici e privati e la cessione dei risultati della ricerca”, emanato con D.R. n. 492/2008: REGOLAMENTO